La Danse des amants
spettacolo festa

scritto e diretto da

Sara Sole Notarbartolo

Selezione Visionari Kilowatt Festival 2014

progetto  sostenuto da 
Cantiere Campsirago 2014-2016 Residenza Campsirago

 

con

Alice Conti, Valentina Curatoli, Antonella Migliore, Roberta Misticone,

Andrea de Goyzueta, Marco Fandelli, Fabiana Russo, Marco Palumbo,

Peppe Papa, Milena Pugliese, Fabio Rossi, Emanuele Valenti

 

assistente alla regia Marco Serra

disegno luci Paco Summonte

costumi Gina Oliva
 

La storia

Siamo in un piccolo paese italiano nel mille e novecento e qualcosa. Il paese in

cui questa storia avviene è talmente piccolo che, pure essendoci nel resto della

penisola la guerra, lì non accade niente: non un bombardamento, perché il

fazzoletto di cielo che sovrasta il paese è troppo piccolo e gli aerei non lo

trovano neanche per sbaglio; né la partenza degli uomini per la guerra, perché non ci sono strade che portano al paesino e quindi neanche strade per andare via.

E' la sera del ballo d'estate e, come ogni anno, tutti sono pronti per i corteggiamenti d'amore. Ma è anche la sera in cui le passioni fanno emergere tutto quello che non si dovrebbe dire e non si dovrebbe sapere, la sera in cui l'amore in tutte le sue forme, diviene catalizzatore del bene così come del male. 

 

 Lo spettacolo si conclude con una festa in cui il pubblico convenuto sarà coinvolto dagli stessi personaggi della storia a danzare, bere e mangiare assieme.


 

Note di regia

La danse des amants è un modo per parlare d'amore scoprendolo in tante storie diverse, tutte possibili, paradossali e familiari ed è allo stesso tempo un modo per parlare della nostra capacità di sopportazione, sia sentimentale che sociale, del nostro modo di abituarci a tutto, ad ogni sorpresa, ad ogni sofferenza, ad ogni scandalo e sconvolgimento, noi tutti, come i personaggi di Mirnastorno, continuiamo a danzare, da anni, forse da sempre, qualsiasi cosa accada. E non è detto che questo sia un male, e non è detto che questo sia bene.